Finalmente la macchina del caffè dei vostri sogni è arrivata a casa vostra e ora è arrivato il momento di azionarla.
Ma come preparare un caffè buono come quello dei bar?

Uno dei segreti fondamentali è l’uso dell’acqua: deve essere preferibilmente oligominerale e non proveniente dal rubinetto poichè da qui spesso ne esce calcarea, dura e pesante; meglio quindi usare quella in bottiglia a temperatura ambiente, mai calda o ancora peggio fatta bollire.

Un altro particolare importante è la scelta della miscela che deve essere sempre di buona qualità: nessun caffè è mai venuto buono con l’impiego di polveri di bassa categoria. Meglio magari spendere qualche Euro in più per avere una bevanda sempre ottima.
Anche la macinatura è fondamentale perchè bisogna scegliere sempre quella più adatta per il vostro apparecchio: quella per le macchinette espresso è sempre molto più fine rispetto a quella per le moke che è in genere più grossolana.
Leggere quindi molto bene le etichette delle varie confezioni per essere certi di acquistare il prodotto giusto.

Tenere poi il caffè sempre in contenitori chiusi ermeticamente che lo preservino dal contatto con l’aria per evitare la dispersione dei suoi aromi: in commercio troverete sia degli appositi chiudipacco che dei contenitori a studiati apposta per questo scopo.
La dose perfetta necessaria alla preparazione di un ottimo caffè è pari a 7 gr per tazzina: munirsi quindi di un misurino o di una bilancia precisa.
Evitare poi di pressare la polvere: meglio lasciarla cadere morbida nel suo spazio per far sprigionare meglio tutti gli aromi.
La quantità giusta di caffè espresso è di 25 ml ed è meglio gustarlo caldissimo al fine di godere a pieno di tutto il suo sapore.

E’ altresì importante pulire sempre bene il filtro: spesso la polvere del caffè tende a rimanere attaccata e non sarebbe quindi piacevole berne uno che sa di sporco o bruciato.
Durante la pulizia non utilizzare assolutamente detergenti di nessun genere che potrebbero rovinare l’aroma dei caffè futuri (il detersivo per i piatti si rivelerebbe deleterio); basta solo un po’ d’acqua calda o al massimo sale fino e aceto per una detersione più profonda.

Anche la scelta delle tazzine con cui servire questa bevanda è molto importante: devono essere di un materiale capace di trattenerne il calore ma anche comode e piacevoli da tenere in mano. Sono ideali quelle classiche in porcellana o ceramica, dal fondo spesso ma dal bordo più sottile. Questi due materiali mantengono molto bene il caffè caldo senza far scottare le mani. Sono anche destinate a durare nel tempo perchè il colore e le decorazioni non sbiadiscono.
Un bell’aspetto estetico del servizio da caffè rende poi ancora più piacevole questo rito di coccola quotidiana anche per i vostri ospiti.