Il nostro organismo è una macchina complessa di straordinaria perfezione che però ha bisogno di tantissimi elementi e sostanze naturali per poter funzionare alla perfezione. Di solito ci limitiamo a tenere in considerazione solo le principali famiglie di nutrienti, e a volte non diamo loro nemmeno l’importanza che meritano, sottovalutando la necessità dell’apporto all’organismo in giuste quantità attraverso la normale dieta oppure grazie al ricorso agli integratori alimentari. Tra le sostanze preziose di cui spesso non teniamo conto ce ne sono quattro molto importanti che si trovano nell’integratore Kardinal compresse:

  • l’acido lipoico, anche chiamato acido alfa lipoico che agisce come un agente anti-infiammatorio naturale: una delle sue principali proprietà è quella di proteggere le cellule del corpo dai danni ossidativi e nello specifico dai danni provocati dal tempo;
  • l’acetil carnitina è un altro importante nutriente, necessario per la trasmissione nervosa;
  • la Superossido Dismutasi è una sostanza che è fisiologicamente presente nel nostro organismo con il compito di limitare la produzione di radicali liberi che si abbattono con aggressività sulle cellule nervose;
  • le vitamine del gruppo B (B1 Tiamina, B2 Riboflavina, B6 Piridossina) sono note da sempre per la capacità di salvaguardare il funzionamento del sistema nervoso centrale e periferico, assicurando la corretta trasmissione degli impulsi nervosi.

Il sistema nervoso va protetto
Le sostanze che compongono la speciale formula dell’integratore alimentare Kardinal si rivelano una combinazione preziosa per diverse patologie come le lombosciatalgie, ma sono efficaci anche contro i dolori provocati dalla sindrome del tunnel carpale, contro le nevralgie del trigemino e le sindromi post-herpetiche. Ma soprattutto Kardinal viene anche abbinato alle terapie farmacologiche per la cura di patologie legate al sistema nervoso.
L’acido alfa lipoico (ALA) è un potente antiossidante che ostacola l’ossidazione che danneggia i nervi periferici, oltre a promuovere la formazione di energia che aiuta le cellule dei nervi di auto-ripararsi più velocemente. Anche la N-acetil-L-Carnitina promuove la formazione di energia a livello delle cellule nervose, aumentando le capacità auto-riparative delle cellule nervose. A tutto ciò si somma l’azione del Superossido Dismutasi, sostanza naturalmente presente nell’organismo con lo scopo di contrastare l produzione di radicali liberi particolarmente nocivi per le cellule nervose ma che in presenza di neuropatie periferiche è richiesta in maggiore quantità. Completa l’azione di protezione del sistema nervoso centrale e periferico la presenza di vitamine del gruppo B che, nell’integratore Kardinal, vengono impiegate al dosaggio giornaliero massimo consentito dal Ministero della Salute.

Tutti i benefici di un integratore di acetil carnitina
Tra le diverse sostanze presenti in Kardinal, merita attenzione l’acetil carnitina. Tutti i tipi di carnitina hanno proprietà antiossidanti particolarmente attive per proteggere le cellule nervose. L’acetil carnitina però è in grado di fare molto di più perché stimola la produzione di sostanze che aiutano il funzionamento della memoria e migliora l’apporto di energia verso le cellule del cervello. I neuroni poi sono molto avvantaggiati dalla presenza di questa sostanza in grandi quantità. Diversamente dalle altre cellule, infatti, i neuroni in quanto cellule nervose non possono riprodursi. Tutto quello che possono fare quando vengono danneggiate, soprattutto dall’ossidazione causata dai radicali liberi, è ripararsi da sole così da formare delle nuove fibre. In questo senso l’acetil carnitina è utile perché protegge le cellule nervose da eventuali danni e promuove il processo di formazione di nuove fibre nelle cellule nervose. Non solo: serve per ripulire dai frammenti di beta-amiloide, sostanza che il cervello produce e che va abbattuta ed eliminata non appena si forma perché è la causa di molte malattie neurodegenerative. Infine l’acetil carnitina viene utilizzata dal cervello per mantenere elevato il livello di mio-inusitolo, ovvero la vitamina B7 un altro nutriente vitale alla trasmissione degli impulsi nervosi, considerato molto efficace per contrastare alcune patologie del sistema nervoso. Ecco perché carenze di questa sostanza possono rappresentare un serio problema per la salute.