La pietra arenaria è una roccia sedimentaria composta da granuli molto simili a quelli della sabbia, per quanto riguarda le dimensioni.
La loro composizione mineralogica dipende dalla zona di origine; fra questi i più comuni sono quelli del quarzo, poiché più capaci di resistere all’alterazione chimica e all’abrasione.
La composizione della sostanza che cementa i granuli della pietra arenaria può variare; si possono avere quindi arenarie con cemento argilloso, siliceo, calcareo, gessoso.

Applicazioni della pietra arenaria

Data la sua facilità di lavorazione, ed essendo anche interessante dal punto di vista estetico (si presenta compatta e dall’uniforme colore grigio tendente all’azzurro), l’arenaria trova largo impiego nel settore dell’edilizia.
In generale si presta meglio ad un utilizzo per la realizzazione di interni, come la pietra serena, ma in alcuni casi, le pietre di maggiore spessore, come la calcarenite pietra colombino possono essere usate per la pavimentazione di spazi esterni.
Ce ne sono poi alcune, come la pietra extraforte, che si trovano nei rivestimenti per gli esterni o negli impieghi ornamentali, come ad esempio la realizzazione di opere scultoree, nel restauro e negli arredi urbani, così come nei punti vendita e negli uffici di rappresentanza.

Pregi e difetti

Il principale pregio della pietra arenaria è la sua bellezza, dovuta principalmente al colore, alla lavorabilità, alla finezza e alla sua capacità di accostamento.
Non è un caso, infatti, che i maggiori maestri del Rinascimento fiorentino, Michelangelo su tutti, facessero largo uso di questa pietra.
Dall’altra parte, fra i suoi difetti, il più importante e il più temuto è il fatto che questa pietra soffra il freddo e tenda a sfaldarsi.
Esisterebbero sul mercato dei trattamenti per proteggerla, ma ci sono molto esperti contrari all’impiego di un qualsiasi tipo di trattamento, perché secondo loro questo, essendo un attacco chimico alla pietra stessa, la rovinerebbe ulteriormente.
Per il suo utilizzo negli spazi esterni è consigliato invece procedere al lavaggio con sola acqua.

Costi della pietra arenaria

La pietra arenaria è presente in commercio sotto forma di blocchi e mattonelle.
In genere si possono trovare sul mercato anche delle pietre arenarie con elementi a casellario o con alcune lavorazioni di superficie per un migliore ed efficace utilizzo nelle composizioni decorative.
Per acquistarle è sufficiente recarsi da un rivenditore oppure fare un ordine online su un portale web che si occupi della vendita di materiale per l’edilizia.
Il costo della pietra arenaria dipende da diversi fattori, come ad esempio il taglio, il trattamento e lo spessore.
Indicativamente il prezzo medio dell’arenaria può oscillare dai 30 ai 50 euro al metro quadro.