Se stai pensando di aprire un’attività in franchising di sicuro ritorno economico, una lavanderia self service potrebbe essere il modello di impresa di cui hai bisogno.

Si tratta infatti di un investimento a medio / lungo termine, un vero e proprio business che farà di te un imprenditore, pur prevedendo un investimento minimo, una gestione semplice e nessun titolo di studio o specializzazione particolare.

La richiesta di poter usufruire di una comoda lavanderia a gettoni è sempre più elevata, soprattutto nelle grandi città, a causa del numero crescente di lavoratori che spesso risiedono fuori sede, o di lavoratori settimanali che trascorrono le giornate lavorative lontano dalle loro famiglie, e quindi in albergo o bed & breakfast.

Aprire una lavanderia a gettoni in questo momento storico, quindi, vuol dire investire risorse in un settore in crescendo, soprattutto negli ultimi anni in Italia.

 

Come aprire una lavanderia a gettoni

 

I requisiti e le qualifiche per aprire una lavanderia self service in franchising sono veramente minimi.

Non sono richiesti, ad esempio, particolari attestati o titoli di studio.

Non è neanche necessario assumere personale o essere fisicamente presenti in sede: un buon sistema di video sorveglianza e la reperibilità telefonica sono sufficienti a gestire la lavanderia automatica.

Tutto ciò che un buon gestore deve fare è visitare i locali della lavanderia almeno una volta a settimana per riscuotere gli incassi, pulire, assicurarsi che i dispenser di sapone e ammorbidente siano sempre pieni.

L’attività manageriale è minima, soprattutto nel caso ci si affidi ad un modello franchising, ovvero dove l’esperienza in fase di apertura del punto di lavoro, l’assistenza sulle apparecchiature e la consulenza burocratica vengono offerti dal franchiser.

 

Dove aprire una lavanderia self service

 

La richiesta di poter usufruire dei servizi di una lavanderia a gettoni, oggi, è particolarmente alta in città, nelle zone universitarie, nelle zone turistiche.

Il target di chi utilizza una lavanderia self service è sufficientemente delineato e per questo si può affermare senza dubbio che questo modello di business è destinato a crescere con il tempo.
Si tratta infatti di single giovani, o di lavoratori in trasferta lontano dalle loro famiglie, o semplici turisti in visita ad una località turistica estera.

Fortunatamente, l’Italia è una meta particolarmente amata dai visitatori di ogni parte del Mondo, che scelgono il Bel Paese per scoprire i suoi tesori di arte, cultura, buon cibo e vino.

Per chi trascorre anche semplicemente una settimana lontano da casa, avere la possibilità di lavare ed asciugare il proprio bucato con macchinari all’avanguardia e prodotti di prim’ordine rappresenta un notevole incentivo a passare qualche giorno in più lontano dalle proprie mura domestiche.

Situazione simile vale anche per gli studenti fuori sede, giovani che si trovano a frequentare corsi di studio universitari lontano dalle loro famiglie e che hanno esigenze quotidiane, fra cui il bucato. E lo stesso si può affermare per i lavoratori fuori sede, che magari trascorrono mesi lontano da casa per quei lavori stagionali, o che necessitano lunghe trasferte.

Fidelizzare uno studente o un lavoratore vuol dire garantirsi un cliente anche per molto tempo.

Ecco perché insieme all’apertura di una lavanderia self service si può valutare l’offerta di servizi collaterali, quali un angolo per il caffé, o un angolo di lettura, o ancora un’edicola.