Iliad è la rivoluzione della telefonia mobile che ci permette di risparmiare sensibilmente sul costo delle telefonate. Sotto i 5 euro i prezzi di Iliad, così da prendere in contropiede gli esosi gestori Tim, Wind, Vodafone e 3. Tariffe sotto i 5 euro per un gran numero di minuti, tanti giga e nessun costo nascosto. Ma andiamo a scoprire meglio cos’è e quali sono le caratteristiche di questo nuovo operatore mobile.

Iliad Italia: un nuovo gestore telefonico

Il 2018 vede finalmente il gestore telefonico francese Iliad fare il suo ingresso ufficiale nel panorama della telefonia italiana. L’approdo arriva dopo un periodo di trattative e di lavori in corso che hanno visto l’azienda impegnata su più fronti, a testimonianza della complessità e del processo stesso. Ma facciamo un passo indietro. Non essendo ancora entrati pienamente nell’ottica di avere a che fare con un nuovo operatore telefonico, potrebbero esserci persone che non sanno nemmeno cosa sia Iliad. Per coloro che non lo sapessero, Iliad rappresenta la nuova frontiera della telefonia in Italia. Una frontiera che non è ancora ufficialmente realtà, ma che ben presto assumerà una connotazione certa. Prima di passare alle delucidazioni vere e proprie, necessarie per fare chiarezza sull’argomento, bisogna chiedersi: c’è ancora spazio per un nuovo gestore telefonico in Italia, tenendo conto inoltre della provenienza estera dello stesso? A quanto pare sì, viste le aspettative alle stelle.

I dettagli sul nuovo gestore

Iliad Italia nasce dalla possibilità di avere a disposizione un gestore del tutto nuovo sul territorio italiano, dopo la fusione di Tre Italia e Wind, la quale ha comportato la creazione di un nuovo spazio per potenziali investitori. Iliad ha preso letteralmente la palla al balzo: era il 2016 quando l’azienda ha confermato il suo ingresso nell’ambito della telefonia nostrana. Un ingresso che, per ovvi motivi, non si sarebbe consumato nel giro di poco tempo. A distanza di circa due anni il processo di analisi e di preparazione degli investimenti da parte dell’azienda francese sembra essere in dirittura d’arrivo, con le fasi finali caratterizzate dalla definizione del piano effettivo di sviluppo da attuare in Italia: tariffe economiche e investimenti notevoli, sono queste le linee che Iliad seguirà per tentare di aggiudicarsi una discreta fetta di mercato. Un dettaglio non indifferente a proposito dellìingresso di Iliad in Italia in qualità di nuovo gestore riguarda la copertura effettiva che i mezzi tecnici dell’azienda saranno in grado di garantire a tutti gli utenti.

I mezzi tecnici di Iliad Italia: la copertura

Anche in questo caso Iliad ha studiato il caso in maniera approfondita. Nel corso degli ultimi due anni l’azienda ha lavorato per creare la condizioni tecniche necessarie per permettere ai dispositivi telefonici di effettuare chiamate, inviare SMS e navigare su Internet. Tali condizioni sono state create facendo affidamento su antenne preesistenti e collocando ripetitori in tutta Italia, in maniera tale da coprire la più ampia porzione di territorio possibile. Fermo restando che i ripetitori delle aziende già affermate nel paese sono numericamente superiori, Iliad ha avuto modo di mettere in attività circa 6.000 ripetitori, un quantitativo che, in ogni caso, qualora l’intera operazione commerciale dovesse produrre risultati positivi, potrebbe tradursi in un aumento degli apparecchi in funzione, così da perfezionare ulteriormente il raggiungimento delle zone più remote della nazione.

La politica di Iliad Italia

Una buona copertura, si sa, è sinonimo di qualità, ed è per questo che Iliad starebbe puntando non solamente sulla presentazione di offerte valide e in grado di mettere in seria difficoltà la concorrenza. Ma tralasciamo per un momento l’aspetto tecnico e soffermiamoci sulle questioni relative alle tariffe che Iliad si appresta a lanciare per scuotere il mercato. Le tariffe dell’azienda francese, non ancora ufficializzate e quindi tutt’altro che certe e definitive, potrebbero delinearsi in questa maniera: un’offerta minore, indirizzata a chi non ha particolari pretese dal punto di vista dell’utilizzo che fa del proprio telefono, caratterizzata da 500 minuti, 500 SMS e 5 GB in 4G a soli 2,90 euro al mese, e un’offerta leggermente superiore, con minuti illimitati e 30 GB in 4G a fronte di 9,90 euro al mese. Se le tariffe dovessero rimanere, e se la copertura tecnica dovesse risultare pienamente in grado di svolgere il proprio lavoro, si potrebbe assistere ad una sorta di terremoto nel sistema della telefonia italiana, con un nuovo nome che andrebbe ad affiancarsi ai colossi che dominano la scena attuale. Non ci resta che attendere ulteriori novità.