Il gioco del Burraco, divenuto molto praticato, viene ancora visto come il classico passatempo che viene sfruttato dai pensionati per evitare che le loro giornate siano caratterizzate da noia, sensazione di poca utilità e assumano una tonalità grigia perenne che potrebbe rendere le stesse persone meno socievoli e tolleranti del previsto.

Ebbene il Burraco è invece un gioco che possiede diversi pregi che potranno essere facilmente conseguiti da parte delle persone della terza età le quali potranno sfruttare appunto questi pregi in maniera immediata, senza alcuna difficoltà e complicazioni poco semplici da affrontare.

Ecco dunque quali sono i suddetti effetti positivi che derivano dal gioco del Buraco praticato dalle persone della terza età, che avranno quindi l’opportunità di sentirsi differenti e soprattutto migliorate, al contrario invece di quanto si possa immaginare inizialmente nel momento in cui si mettono assieme i concetti del gioco del Burraco e soprattutto la classe composta dalle persone della terza età.

Il Burraco, qualora venisse praticato da persone della terza età, rappresenta non un solo e semplice gioco che permette alle stesse di poter trascorrere il loro tempo.
Al contrario, invece, risulta essere uno strumento in grado di garantire diversi effetti benefici che per queste persone sono fondamentali.

In primo luogo la capacità di ragionamento e il mantenimento della gioventù del cervello sono i primi pregi che si possono ottenere con questo particolare gioco di carte.
Essendoci diverse fasi dove occorre ragionare e soprattutto dover effettuare dei calcoli, il cervello viene stimolato e mantenuto appunto giovane, cosa che permette alle persone della terza età di essere maggiormente attive.

Inoltre viene potenziata anche la capacità delle persone della terza età di socializzare: dovendo giocare con altri individui che magari si conoscono solo di vista, durante la partita si parlerà non solo del Burraco ma anche di altri argomenti, permettendo ai giocatori di poter trascorrere dei momenti piacevoli in allegria.

Infine il Burraco è un passatempo che riesce a offrire quella sensazione di divertimento e voglia di competere che potrebbe rendere la vita delle persone della terza età leggermente migliore, visto che il cervello viene ulteriormente stimolato da tale titolo.

Supporre quindi che il Burraco sia solo il classico passatempo per le persone della terza età che sono annoiate e non sanno cosa fare durante l’arco di tutta la loro giornata rappresenta un concetto totalmente errato che deve essere assolutamente rimosso dalla propria mente.

Il Burraco deve invece essere visto come strumento in grado di rendere attivo il cervello di queste persone che potranno quindi essere sicure del fatto che, gli effetti benefici che si potranno ottenere, sono parecchi e soprattutto in grado di evitare che queste persone si possano sentire come poco utili e felici.

Il Burraco, inteso come quello che viene giocato dal vivo, consente quindi di evitare che le persone della terza età possano essere messe da parte e soprattutto che il loro cervello possa lentamente atrofizzarsi o comunque perdere quella capacità di ragionare ed essere attivo che invece deve essere sempre presente e che potrà essere mantenuto in questa condizione proprio grazie al semplice gioco di carte di Burraco.

Per i più informatizzati (o i più pigri), esistono le varianti del Burraco online, che consentono di praticare il gioco comodamente dal proprio PC. La parte di socializzazione in tal caso è resa dell’esistenza in alcuni di questi portali di Burraco, di un forum specifico per appassionati.