Quando arriva l’estate è più che comprensibile che la si voglia vivere a 360 gradi e al meglio sotto tutti i punti di vista. Un aspetto che non va trascurato quando si decide di arredare la casa al mare. La parola d’ordine è divertimento, senza trascurare la funzionalità.

Il primo aspetto da considerare è quello delle spese: bisogna evitare brutte sorprese in bolletta e, per farlo, occorre trovare, ad esempio, la tariffa luce per la seconda casa più conveniente. Poi, gestita questa parte, si può dare sfogo alla fantasia e ricercare il giusto mix tra stile e creatività.

Arredare una casa al mare: consigli utili

Ecco alcune dritte per arredare una casa al mare:

  • Mettere in risalto gli spazi comuni: nelle case al mare, aiutano ad aumentare il comfort abitativo e a ricreare un angolo di relax da sfruttare al meglio con parenti e amici;
  • Trasformare la casa al mare in un ambiente ampio e luminoso: divani e poltroncine con colori neutri, realizzati in materiali naturali resistenti (di quelli che non temono gli agenti atmosferici), rendono l’atmosfera più ariosa e spensierata.
  • Prestare attenzione al colore delle pareti: i muri bicolori, ad esempio, sono un must; tuttavia potete scegliere anche una carta da parati a tema nautico per vivacizzare le stanze e rendere l’ambiente più allegro. Le strisce bianche e blu tipiche dello stile marinaro sono una scelta quasi obbligata, ma esistono diverse tipologie di carte da parati utili per ogni evenienza.
  • Utilizzare mobili e sedie in paglia, bambù e vimini, materiali che sono resistenti alle macchie e all’umidità estiva. Tra i colori più gettonati, quando si parla di come arredare una casa al mare, ci sono sicuramente il bianco e il blu.
  • Curare i dettagli – come, ad esempio, le decorazioni e i piccoli oggetti – per rendere lo spazio circostante bello e sofisticato. In questo caso si avrà solo l’imbarazzo della scelta, dal momento che si potrà scegliere tra oggetti a tema marino che vanno dalle conchiglie e dai remi fino ai nodi e alle stelle marine.

Il disimpegno: un punto di appoggio

Un’altra buona idea se si parla di arredare la casa al mare è quella di creare un disimpegno per il post-mare, un angolo in cui riporre in comodità borse e teli da mare dopo essere stati sulla spiaggia. In questo modo si eviterà di portare la sabbia all’interno della casa rendendo molto più semplice la pulizia degli ambienti domestici. In questo caso si potrebbe adibire una stanza con ganci per stendere i teli e una serie di ampie ceste per riporre giocattoli, creme solari e teli.

La camera da letto

Proprio come la zona giorno, anche la camera da letto della casa al mare dovrebbe essere ispirata a temi marini o nautici. Meglio scegliere tessuti freschi e naturali di tonalità blu o chiare e scegliere copripiumini in lino e tappeti. Si può pensare di ricreare la camera da letto del capitano di una nave e anche in questo caso ancore e conchiglie potrebbero essere la soluzione ideale per ricostruire l’ambiente desiderato. Insomma, le idee per arredare la casa al mare sono davvero sterminate e l’unico vero limite sembra essere la fantasia. Non bisogna mai dimenticarsi il vero scopo della casa al mare: restituire benessere e relax. Meglio quindi prediligere lo stile mediterraneo e la comodità all’estetica.

Il ruolo del riciclo

Veniamo ora al punto principale: il riciclo. Oltre a essere economico e a garantire un grande risparmio, quest’ultimo permette di assegnare una nuova funzione a un vecchio pezzo di arredamento ormai in disuso o lasciato a prendere polvere da qualche parte. Una casa al mare dovrebbe essere un rifugio dal caos della città e potrebbe essere l’occasione per scegliere uno stile più pratico e meno votato alla mera estetica. Ecco quindi che si potrà ridipingere una vecchia libreria ormai abbandonata in cantina; oppure si potrà ridonare nuova vita a una vecchia cassettiera. Nel giardino si potranno realizzare comodi tavolini e panche con vecchi bancali in legno, oppure si potranno utilizzare dei barattoli per realizzare delle lampade originali dallo stile casual. Inutile dire che per arredare la casa al mare occorrono anche delle piante sia all’interno sia all’esterno, purché possano affrontare l’inverno indenni.

E sulla tavola? Per portare un angolo di mare e di spiaggia anche in cucina si possono scegliere piatti e bicchieri ispirati al mondo nautico. Raccogliere delle conchiglie in riva al mare e posizionarle in vari posti strategici della casa è un buon modo per personalizzare la cucina spendendo poco o nulla.