Sembra ormai quasi certo che nella prossima estate 2021, che si preannuncia non facile esattamente come quella scorsa, i campi estivi si faranno; la pandemia da Covid-19 non dovrebbe frenare questa grande risorsa per bambini e ragazzi.

Ciò almeno, è quanto dicono le ultime news a riguardo; purtroppo, sappiamo bene quanto la situazione sia instabile e con quanta rapidità cambino le disposizioni governative, per cui la prudenza non è mai troppa.

Ovviamente, si dovranno osservare rigide norme di sicurezza, ma almeno l’estate dei giovanissimi è salva.

Dopo oltre un anno di restrizioni e di lockdown ad intermittenza, sarà possibile assicurare ai propri figli qualche giorno di spensieratezza.

I campi estivi sono da sempre una delle esperienze più significative per i ragazzini, che grazie ad essi hanno la possibilità di trascorrere una parte delle vacanze in modo divertente e costruttivo, per questo è importante scegliere bene il campo estivo più adatto alla sua personalità.

Per scegliere un’esperienza in grado non solo di far trascorrere ai tuoi figli dei giorni ricchi di avventura e divertimento, ma anche formativi, scopri tutte le promozioni offerte da La Bussola.

Campi estivi: i benefici per i ragazzi

Prendere parte ad un campo estivo, significa, per i bambini, avere la possibilità di poter usufruire di importanti benefici, primo fra tutti la facilità di socializzazione: trovandosi in un luogo pieno di altri ragazzi della propria età con i quali si dovranno intraprendere attività e giochi, li aiuterà a creare nuove amicizie; del resto, l’amicizia è fondamentale sempre, ancor di più in età giovanile, e i campi estivi costituiscono un’ottima opportunità per instaurare relazioni fra coetanei.

Inoltre, per vivere appieno questa avventura, ci si dovrà staccare dalla tecnologia e dal mondo virtuale.

Diciamolo chiaramente: la tecnologia ci facilita la vita, ma a volte sembra che ci abbia trasformato in veri e propri robot.

I rapporti umani risentono enormemente, e in negativo, di questo abuso di macchine e di realtà virtuale, impedendoci di stabilire contatti profondi e duraturi con gli altri.

Qualche giorno di sano distacco da telefonini, smartphone, social network ed internet non può che far bene a chiunque, figuriamoci ai più piccoli, che così hanno modo di riscoprire la bellezza della vita e del gioco all’aria aperta, oltre che di instaurare amicizie reali e solide a discapito delle conoscenze meramente virtuali.

I summer camp costituiscono l’occasione ideale per reintrodurre i ragazzi nella natura, permettere loro di capirne la bellezza e l’importanza, insegnargliene il rispetto.

Il contatto diretto con il paesaggio circostante, il mare e il sole, è il modo migliore per imparare ad apprezzarli e ciò fa sì che i fanciulli apprendano questa importantissima lezione con leggerezza e spontaneità.

Non va dimenticato che nei campi estivi viene stimolato il lavoro di gruppo e, in generale, lo stare insieme agli altri, sia i coetanei che i tutor.

Si tratta di una lezione di vita importante, dalla quale i giovanissimi apprendono di essere parte di una comunità più ampia, alla quale sono chiamati a partecipare.

Si stimola così il senso di appartenenza e la coesione, a “fare squadra” per raggiungere un obiettivo comune o, semplicemente, per la voglia e la gioia di stare insieme.

Modello di vita sana: alimentazione equilibrata e sport

Quanto sia di estrema utilità per il proprio benessere fisico e psicologico adottare sane abitudini di vita, è qualcosa che si impara da piccoli.

I campi estivi sono decisamente validi e stuzzicanti da questo punto di vista, poiché i partecipanti vengono impegnati ogni giorno in molte attività all’aria aperta volte sì a farli divertire, ma anche a migliorarne il fisico e la salute.

Nei campi estivi meglio strutturati inoltre, gli organizzatori si impegnano a garantire ai giovani partecipanti, del cibo sano e di qualità, spesso biologico, fornendo loro informazioni adeguate sui principi basilari di una corretta alimentazione ed indicando chiaramente i motivi per i quali essa è importante sotto ogni punto di vista.

Grazie a questo approccio serio ma non serioso, adeguato alla loro tenera età, i ragazzi apprendono lezioni importanti che non dimenticheranno più e si riveleranno utili nel corso della vita.