Nella società odierna ognuno di noi è sottoposta ad un carico di stress eccessivo, costretti a correre continuamente, vivendo sempre con la paura di non essere abbastanza, di non essere all’altezza.

Tutto questo influisce negativamente sulla nostra condizione psicofisica portando ad insonnia, disturbi alimentari, disagio portando alla manifestazione di veri e propri attacchi di panico.

A quanto pare la soluzione a questa condizione non sono i soliti medicinali ma un particolare massaggio rilassante, il cosiddetto massaggio californiano.

Questa particolare tecnica permetterebbe il raggiungimento di un equilibrio armonico tra mente e corpo portando ad uno stato di benessere interiore dove le tensioni che ci opprimono vengono allontanate per far spazio ad una condizione di calma e serenità.

Tutti questi benefici deriverebbero da un connubio tra l’utilizzo di profumi, che agiscono sul cervello andando a rilassare la nostra mente e il nostro subconscio, e movimenti delle mani, la cui pressione aiuta la mente e i muscoli a rilassarsi.

Ma dove nasce il massaggio californiano?

A quanto pare ha avuto origine nella California degli anni ’70, dove alcuni psicoterapeuti svilupparono questa tecnica di massaggio soprattutto per aiutare i reduci dalla guerra del Vietnam i quali non riuscivano a trovare un pò di serenità.

Negli anni successivi si è diffuso in tutto il mondo grazie ai suoi notevoli benefici sia a livello fisico che mentale.

Infatti al massaggio californiano sono attribuiti diversi effetti benefici tra cui la riduzione della tensione muscolare, eliminazione di tossine, riduzione dello stress accumulato e miglioramento della circolazione linfatica e sanguigna.

Durante una seduta di massaggio californiano vengono spesso usati oli profumati, i quali stimolano il cervello favorendo il rilassamento, uniti a movimenti lunghi, fluidi e armoniosi, il tutto accompagnato con un sottofondo musicale per aumentare ulteriormente la sensazione di pace e serenità.

Generalmente una seduta di massaggio californiano può durare dai 60 agli 80 minuti, ovviamente praticato da mani esperte e professionali.

Ormai il massaggio californiano è diffuso in quasi tutti i centri benessere e Spa, dove al termine della seduta il cliente si sentirà già notevolmente meglio, con muscoli meno contratti e livelli di stress evidentemente ridotti, percependo un senso di sollievo immediato.

Molti esperti consigliano di fare una doccia molto calda prima della seduta, questo aiuterà ulteriormente i muscoli a rilassarsi durante il massaggio.

Ovviamente come tutte le tecniche anche il massaggio californiano presenta delle controindicazioni, infatti sarebbe meglio evitare di sottoporsi a questo massaggio in caso di febbre o influenza, dopo un intervento in cui vi è la presenza di una ferita aperta, in caso di fratture e in gravidanza, o per lo meno non prima dei tre mesi e con l’autorizzazione del proprio medico.

Quindi quando ci sentiamo stanchi, sopraffatti dallo stress della vita quotidiana non facciamoci prendere subito dal panico, ma cerchiamo un centro benessere che pratichi questo tipo di massaggio e regaliamoci un’ora di totale relax lontano da tutto e tutti.

Per maggiori informazioni, leggete qui.