Un odontoiatra si serve, per svolgere la propria professione, di diverse attrezzature e strumenti. Alcuni di questi, sono specifici di determinate attività e vengono utilizzati solo in presenza di alcune patologie mentre altri possono essere indicate come attrezzature base di un odontoiatra. Vediamo insieme quali sono queste attrezzature e quali gli strumenti base di un odontoiatra.

Il riunito odontoiatrico
La parte centrale dello studio dentistico
Il riunito è la parte essenziale dello studio odontoiatrico e attorno ad esso si svolge tutta l’attività del dentista. Esso è composto da una poltrona sulla quale si siede il paziente, poltrona formata da uno schienale reclinabile che consente al dentista di posizionare il paziente in modo tale da facilitare l’esecuzione delle varie attività. La poltrona odontoiatrica si suddivide in due lati: il lato operatore, nel quale si posiziona l’odontoiatra, ed il lato assistente, riservato all’assistente del dentista. Sul lato dell’operatore possiamo trovare diversi strumenti: la faretra è il nome dell’unità sulla quale possiamo trovare la turbina, i manipoli e la siringa aria/acqua. Collegati alla faretra sono la pulsantiera e la pedaliera, che permettono di attivare e regolare le varie funzioni. Dal lato dell’operatore possiamo poi trovare il portatray che è il vassoio sul quale sono riposti gli strumenti manuali del dentista. Per ciò che riguarda il lato dell’assistente, strumenti essenziali sono l’aspirasaliva, il portabicchiere e la sputacchiera. Dal lato dell’assistene è posto anche lo schermo, in modo tale da poter rivolgere la visuale dal lato opposto verso l’operatore e verso il paziente che può cosi osservare la propria situazione dentale e orale e vedere le terapie a cui è sottoposto.

Gli strumenti principali della faretra
Manipoli, Siringa e turbina
Tra gli strumenti posti sulla faretra, i manipoli sono dotati di un piccolo motore e servono per le manovre di igieni o in alternativa, montando sulla punta delle apposite punte abrasive, possono essere utilizzati per le attività di chirirgia, endodonzia e protesi. La siringa aria/acqua ha la semplice funzione di ascigare e lavare gli elementi dentari. La turbina, infine, è uno strumento rotante composto anch’esso da un motore che consente la rotazione della sua punta: la turbina è utilizzata per svolgere tutti quei trattamente odontoiatrici che richiedono particolare cura e precisione.

Altre attrezzature odontoiatriche
Principali strumenti
Nello svolgimento della propria attività, l’odontoiatra si avvale anche di altri strumenti principali: questi possono essere le leve e le pinze, usate per le estrazioni, le frese e le spatole utilizzate, rispettivamente, per rimuovere sostanze dentali e per prendere le impronte o posizionare il materiale di otturazione.

Strumenti di diagnostica
Lampade e altri dispositivi
Tra le altre attrezzature base che possiamo trovare in uno studio odontoiatrico vi sono attrezzature e strumenti utili per la diagnosi e per l’attività pratica del dentista. La lampada fotopolimerizzatrice, è uno degli strumenti che può essere usato per la diagnostica, ad esempio delle carie, ma anche per conferire durezza al materiale impiegato per le otturazioni e per le protesi. L’unità radiografica, rappresenta l’insieme dei dispositivi atti ad analizzare i tessi duri della cavità orale rendendo una panoramica sia delle arcate dentarie che delle ossa mascellari. A questi strumenti di diagnostica si aggiungono i sistemi di ingrandimento, che rappresentano l’insieme degli strumenti che il dentista utilizza per ingrandire il campo di lavoro e avere una visione più precisa delle attività da porre in essere in base al problema del paziente. Strumento importante è anche il motore chirurgico, usato per la preparazione del tessuto osseo nel quale si andrà ad inserire l’impianto in titanio: il motore si rivela essere uno strumento utile anche per raffreddare la fresa, oltre a regolare la velocità di quest’ultima. Infine, possiamo trovare il miscelatore automatico ed il laser: il miscelatore serve per meglio dosare il materiale da impronta. L’utilizzo del laser, invece, è particolarmente importante per l’attività di diagnostisca, in quanto si rivela essere unoa strumento particolarmente efficace per valutare la presenza di carie.

Dispositivi di protezione individuale
Sicurezza dell’assistente, dell’operatore e per il paziente
Durante lo svolgimento della propria attività, sia l’assistente che l’operatore, per una maggiore sicurezza propria ed anche del paziente, devono essere protetti e quindi indossare appositi occhiali, guanti e mascherine.