Come funziona l’assistenza caldaie a Monza? Cos’è il bollino blu e che cosa sapere a riguardo? La caldaia è uno dei dispositivi più importanti che abbiamo in casa. Non solo è fondamentale per erogare l’acqua calda o per il riscaldamento degli ambienti, ma è soggetto alle leggi, poiché la sua manutenzione non va sottovalutata. Dal controllo fumi fino alla sicurezza dell’impianto, c’è anche il bollino blu da considerare e che è assolutamente obbligatorio.

Sono tante le domande a riguardando: cos’è nello specifico? Soprattutto, ogni quanti anni va fatto? Chi è che si occupa di apporlo? Quali sono i costi da affrontare? Prima di tutto, il bollino ha una scadenza ben precisa, che deve oltretutto essere rispettata, dal momento in cui si potrebbe incorrere in delle sanzioni anche piuttosto ingenti, senza contare i pericoli di avere in casa un impianto non verificato. Sono tanti i motivi per cui è obbligatorio: in ogni caso, ti consigliamo di fare un salto su Manutenzione-caldaie.com per richiedere l’assistenza caldaie Monza per il bollino.

Cos’è il bollino blu caldaia

Dal punto di vista della sicurezza e della protezione, il bollino blu è super importante. Tra l’altro, le cause per cui la caldaia è soggetta a controlli extra vanno approfondite. Interpellando la legge, infatti, scopriamo che tale intervento è fondamentale per evitare possibili problemi e per rispettare l’ambiente. La normativa del bollino blu è il D.P.R. 74/2013. In questo caso troviamo anche le indicazioni sulla revisione, manutenzione.

L’adesivo sul certificato andrà a confermare la verifica della manutenzione e dell’efficienza dell’impianto dal punto di vista della sicurezza, ma anche del risparmio energetico. Le caldaie vecchie e usurate, infatti, possono far lievitare il costo della bolletta, ma non solo. Possono rappresentare uno spreco enorme di energie preziose per il pianeta, poiché sono molto inquinanti.

Ogni quanto fare il bollino blu?

Premesso che il bollino blu deve essere fatto entro una scadenza specifica, poiché è soggetto a sanzioni, quando è obbligatorio? Per esempio, lo è nel momento in cui hai installato una nuova caldaia o hai richiesto una sostituzione della vecchia. Alla prima accensione della caldaia, è dunque obbligatorio fare la prova di efficienza energetica.

Se sei preoccupato per i costi, non temere: saranno del tutto ammortizzati, dal momento in cui il bollino blu apposto su una nuova caldaia ha una validità di 4 anni. In ogni caso, le varie tipologie di impianto sono poi soggette ad alcune differenze: la caldaia a combustibile liquido andrà controllata ogni due anni, uno se la potenza è maggiore di 100 KW.

Quali sono i costi del bollino blu?

I costi del bollino blu possono variare, solitamente perché spesso vanno fatti coincidere con la manutenzione dell’impianto. In ogni caso, in base al comune in cui ci si trova, potremmo avere dei costi differenti: dai 150 ai 200 euro, perché saranno svolte altre attività, come la revisione, la manutenzione, il controllo fumi e la certificazione bollino blu. In quest’ultimo caso, però, è diverso: solamente l’operazione di bollino blu sulla caldaia può avere un costo dai 30 euro in su.

La manutenzione, un aspetto importante

Dopo l’approfondimento sul bollino blu, ci sembra abbastanza importante sottolineare quanto la manutenzione sia indispensabile ai fini di mantenere l’efficienza energetica dell’impianto di riscaldamento casalingo. Viviamo in case sempre più intelligenti, attualmente si sta puntando sullo sviluppo della domotica. Ed è proprio questo il motivo per cui dovremmo assolutamente far controllare i nostri dispositivi: prevenire il dispendio di energia elettrica, preziosa perché non infinita, e sostenere il nostro pianeta.

Una caldaia che funziona male è un pericolo per la casa, e anche per l’ambiente, dal momento in cui rilascerà maggiore CO2 nell’ambiente. Se hai bisogno di assistenza, riparazione o manutenzione della tua caldaia a Monza, rivolgiti a un’azienda seria.