I concorsi a premi hanno sempre rappresentato un’importante leva di marketing per richiamare l’attenzione del proprio cliente sul prodotto o servizio proposti, fidelizzandolo.

Instagram, social media inizialmente utilizzato da una fascia di utenza molto giovane, ha ormai assunto rilevanza per un pubblico vasto, che arriva tranquillamente agli over 60. Instagram è utilizzato, come importante strumento di comunicazione, anche da grandi aziende, come Amazon e Coca Cola. Si tratta di un media molto orientato alla condivisione di immagini e video.

I concorsi a premi su Instagram sono ‘concorsi online’ a tutti gli effetti e prevedono, nella meccanica di partecipazione, la condivisione da parte del partecipante di fotografie, video e like accompagnati dall’hashtag scelto per il concorso a premi e tag del promotore.

Prediligere questa piattaforma, come canale per l’organizzazione di un concorso a premi, consente di agire sul proprio target per ottenere maggior brand awareness. Altri importanti obiettivi perseguibili con un’operazione concorsuale su Instagram sono l’aumento dei volumi di vendita, la possibilità di creare un database di lead qualificati, l’acquisizione di nuovi follower, la gratificazione della fedeltà dei clienti.

Inoltre, se stai svolgendo una vendita particolare, un‘inaugurazione di un nuovo punto vendita, un nuovo servizio o il lancio di un nuovo prodotto, con il concorso puoi creare un volano di ‘animazione’ al tuo evento.

La normativa sui concorsi a premi

Queste allettanti premesse non possono prescindere dalla consapevolezza che, quando si organizza un concorso, bisogna stare molto attenti alla normativa, per non incorrere in sgradite sanzioni. I concorsi a premi su Instagram, così come tutti i concorsi sui social network, richiedono una particolare attenzione per mantenersi in linea sia con la normativa ministeriale che con le policy del social network utilizzato.

Vale, a livello normativo, il principio della territorialità del server su cui si appoggia il concorso e della necessaria ‘associazione’ al concorso del canale utilizzato esclusivamente.

Tuttavia, per ovviare a quest’ultima imposizione, si può allargare il concorso al proprio sito internet, che ne trarrà anche vantaggio in termine di visite. Inoltre, si può diversificare utilizzando altri canali social, stampare e distribuire cartoline di partecipazione, appoggiarsi ad un diverso sito in co-marketing.

Utilizzo di Instagram come unico canale per un concorso a premi

Di fatto, è possibile utilizzare Instagram come ‘unico canale’, senza coinvolgerlo tra i promotori, quando l’iniziativa è limitata agli iscritti a Instagram prima della data di inizio del concorso.Tuttavia, appoggiarsi ad Instagram come ‘unico canale’ di partecipazione, può essere sconsigliabile per due principali ragioni:

    • è un canale di proprietà di terze parti, pertanto, se per qualsiasi motivo, Instagram dovesse disabilitare l’account usato per il concorso, interrompendo l’iniziativa concorsuale senza giusta causa, l’azienda promotrice viene esposta ad una sanzione per manifestazione vietata.
    • nel caso in cui il Ministero dello Sviluppo Economico possa ricevere segnalazioni, avendo rilevato la partecipazione di un iscritto a Instagram dopo la data di inizio del concorso, l’azienda promotrice viene esposta a sanzione

Concorsi a premi: le linee Guida di Instagram

Un concorso a premi organizzato su Instagram, oltre a rispettare le condizioni richieste dal Ministero, dovrà anche attenersi alle norme indicate dal canale utilizzato. Per meglio informarsi al riguardo consigliamo la lettura delle linee guida presenti sull’apposita pagina di Facebook/Instagram.

Risulta evidente la complessità del tema trattato e le molteplici variabili da considerare prima, durante e dopo l’attività concorsuale.

Un’azienda che voglia promuoversi, organizzando un concorso in Instagram, ha tutto l’interesse ad appoggiarsi ad una realtà strutturata e professionale per evitare di incorrere in brutte soprese. Noi consigliamo Consulenza-Concorsi, servizio specializzato nel supporto legale per le manifestazioni a premi.

Verranno in questo modo risolti gli obblighi di legge e gli adempimenti fiscali, potendo dedicarsi appieno all’attività organizzativa e di comunicazione, con tutti i vantaggi che ne conseguono.