Piccoli Prestiti, sono normalmente somme di denaro non elevate, si parla di qualche migliaio di euro, secondo per quale uso vengono richiesti. Le famiglie Italiane da sempre sono considerate tra le più risparmiatrici del mondo, ma in periodo come questi dove l’economia è in crisi, anche la famiglia più risparmiosa può avere delle esigenze di maggiore liquidità o di spese improvvise cui far fronte.

Motivi per cui richiedere dei piccoli prestiti ne troviamo tanti, molto frequentemente servono piccole somme di denaro per ristrutturare la casa di proprietà, per migliorare gli impianti o per cambiare degli elettrodomestici, ma i soldi servono per tanti motivi, per esempio anche per far studiare i nostri figli, mandarli all’università, oppure per acquistare un mezzo nuovo, la macchina che ci serve per lavorare.Potremmo avere bisogno anche di sostenere delle spese mediche a cui non eravamo preparati o di dover aggiornare la nostra attività con attrezzature informatiche più moderne e un nuovo arredamento degli uffici.

I prestiti più richiesti:

  • Prestiti per ristrutturazione casa
  • Prestiti per acquistare la macchina
  • Prestiti per spese mediche
  • Prestiti per rinnovare l’attività

Ulteriori approfondimenti nel sito: www.prestitieuro.com

I requisiti per accedere ai piccoli prestiti

piccoli prestiti personaliIn ogni caso qualche migliaio di Euro fanno comodo in molte situazioni e ci possono sollevare da diversi problemi, ma la banca prima di darci questi soldi, cosa ci chiederà? Quali requisiti deve avere un qualsiasi soggetto che si presenta in un istituto di credito per chiedere di farsi prestare del denaro?

Sappiamo che negli ultimi anni per causa della crisi dilagante, le banche sono diventate molto esigenti e non prestano facilmente il denaro al primo che si presenta. Se prima occorrevano solide garanzie, adesso ne occorrono davvero di abbondanti per avere delle speranze.

Quale migliore garanzia da presentare se non quella di una busta paga fissa ogni mese? Infatti il candidato migliore per avere piccoli prestiti è proprio il dipendente con un contratto a tempo indeterminato. Ogni mese ha il suo stipendio e non ha particolari problemi nel rimborsare le rate, quindi gli istituti di credito amano questo genere di richiedente.

Altro fondamentale requisito per accedere al prestito è di non essere iscritti al CRIF, che come sappiamo è il centro rischi finanziari, il luogo dove viene schedato chi in passato ha avuto problemi con i pagamenti e quindi viene considerato un cattivo pagatore.