Nelle attività di tutti i giorni i capelli possono subire numerose situazioni che li mettono a rischio. Basti pensare nel momento in cui vengono esposti ad alte temperature, oppure quando si fa uso di tinture o, ancora, quando vengono impiegati altri prodotti che sono basati su elementi chimici, oppure quando si lavano troppo spesso, usando magari dei detergenti di bassa qualità.

Ebbene, in tutti questi casi, può senz’altro capitare di vedere i propri capelli sfibrati e decisamente meno luminosi rispetto al solito. Ci sono varie soluzioni per il trattamento dei capelli che permette di ritrovare quanto meno un adeguato livello di lucentezza. Al tempo stesso, ci sono anche varie app da scaricare sul proprio smartphone che possono tornare utili proprio come promemoria.

La cura dei capelli sfibrati

Quando si ha un problema come le doppie punte, è abbastanza evidente come i capelli siano sfibrati notevolmente. Il primo approccio di tante donne è quello di pensare subito di dover tagliare per forza di cose i capelli. Prima di intraprendere strade senza ritorno, però, probabilmente è meglio provare altri rimedi, decisamente meno definitivi.

Ad esempio, l’olio di oliva viene considerato da gran parte degli addetti ai lavori come un ottimo prodotto per combattere i capelli sfibrati e secchi. Tra le principali caratteristiche dell’olio di oliva troviamo sicuramente il fatto di essere nutriente e, al contempo, antiossidante. Infatti, l’olio è in grado di garantire un’ottima idratazione del capello e va a sigillare le cuticole che hanno subito dei danni.

Come si usa l’olio di oliva?

È semplice: la prima cosa da fare è quella di scaldarlo leggermente (mai bollente), per poi applicarlo direttamente sulla chioma, a partire dal cuoio capelluto e poi provvedere a massaggiare tale zona per circa una decina di minuti. Per raggiungere un risultato più efficace, la cosa migliore da fare è quella di sfruttare un asciugamano caldo sulla testa e mantenerlo sul capo per circa un’ora, per poi lavare i capelli con l’usuale shampoo. Interventi con dei trattamenti del genere è utile anche con altre tipologie di olio, come ad esempio quello di cocco, mandorle o jojoba.

Ci sono ovviamente anche altri rimedi per la cura dei capelli sfibrati, come ad esempio l’acquisto di fluidi appositi. In commercio ce ne sono numerose tipologie, ma ci sono anche tanti integratori alimentari che rendono decisamente migliore lo stato in cui si trova la chioma. Stesso discorso per le maschere per capelli, che si possono realizzare anche direttamente tra le mura domestiche. Attenzione, però, visto che per prendersi cura dei propri capelli sfibrati è bene optare sempre e comunque su delle tinture naturali. Occhio, però, a non usare questi ultimi prodotti troppo di frequenti, visto che tra un trattamento e quello successivo è necessario attendere quantomeno 40 giorni.