Le castagne sono il frutto dell’inverno per eccellenza. Anche se ormai, almeno per quest’anno, ci siamo lasciati alle spalle la stagione fredda, non c’è motivo per cui non consideriamo alcuni aspetti relativi alle castagne. Questo frutto delizioso, infatti, mette d’accordo grandi e piccini. Con il suo sapore morbido e tenue, la sua buccia e il suo bel riccio, la castagne sono gradevoli sia alla vista che al palato. Sicuramente, sono un frutto molto gustoso, che viene consumato spesso e preparato in pochissimi minuti. Tuttavia, ci sono anche alcune curiosità sulle castagne che solo pochi conoscono. In questo articolo, andremo a vedere proprio quali sono queste curiosità interessanti.

Le curiosità sulle castagne che nessuno conosce

Le castagne sono il simbolo della stagione fredda. E sono anche molto utilizzate nelle preparazioni culinarie. Per esempio, con le castagne si possono preparare dei dolci davvero gustosi. Uno tra tutti è il famoso castagnaccio, che molti amano e che ormai solo pochi sanno cucinare secondo la ricetta originale. Inoltre, questi simpatici frutti sono ricchi di ottime proprietà. Ad esempio, ci sono proteine, sali minerali e vitamine.

Oltre a ciò, comunque, le castagne sono protagoniste di alcune curiosità che riguardano il mondo del cinema, così come quello della cucina. Eccone qui di seguito un piccolo elenco.

1) Le caldarroste sono spesso considerate uno dei cibi da strada più comuni. Soprattutto nel Nord Europa, esse sono molto diffuse. Comunque, alcune fonti riportano la vendita di castagne per le strade a partire già dal Sedicesimo secolo.
2) Con le castagne si produce una farina dal gusto ottimo. Con questa farina, infatti, si possono fare delle ottime preparazioni dolci, ma anche dei gustosi piatti salati. Inoltre, è bene sapere che la farina di castagne è senza glutine, quindi può essere consumata senza alcun problema anche da coloro che sono intolleranti al glutine.
3) Un castagno inizia a portare frutto dopo circa 15 anni da che è stato piantato.
4) Il primo marron glace è stato prodotto in Francia nel Sedicesimo secolo. Tuttavia, alla fine dell’Ottocento, fu inventato il metodo per produrli in modo industriale. Questa facilitò senza alcun dubbio la produzione di dolcetti, che divennero così meno costosi.
5) Nel film 1984, i due protagonisti si ritrovano alla fine delle loro peripezie, ormai molto diversi dall’inizio nel romanzo. Si incontrano in un locale che si chiama Il caffè del castagno.

Cucinare le castagne

Viste le curiosità sulle castagne, passiamo a vedere come si possono cucinare nel modo migliore. Iniziamo con il dire che le castagne sono facilissime da cucinare. Per esempio, il modo più sbrigativo per cucinarle è quello di metterle in una padella e cucinarle a fuoco medio. Prima di porle nella padella, però, sarebbe sempre opportuno fare un taglio sulla loro buccia. Il taglio non dovrebbe mai raggiungere la polpa del frutto, però. Una volta poste le castagne in una pentola e scaldate, queste dovrebbero essere poste in uno strofinaccio e non mangiate immediatamente.

Un modo alternativo per cucinare le castagne, inoltre, è quello di utilizzare il microonde. Anche in questo caso, la cottura del frutto sarà molto veloce e poco impegnativa. Occorre come sempre fare un taglio sulla buccia delle castagne; poi si devono adagiare su un piatto con il taglio rivolto verso l’alto. Dopo pochissimi minuti di microonde, le castagne saranno pronte. Ciò sarà evidente dal fatto che il taglio sarà ampliato e la buccia si toglierà con molta facilità.

Adesso che conosciamo alcune nozioni in più sulle castagne, possiamo scoprire anche tante altre curiosità su diversissimi prodotti. Per esempio, un elemento semplice come il bicarbonato nasconde delle proprietà uniche e importanti. Per leggere quali son gli usi meno conosciuti del bicarbonato leggete questo altro nostro articolo.